Diario di squadra – 6

logo_flash

Flash fuoricasa a LEGNANO, 28 maggio: continua il “conto alla rovescia”: 11 a 2, poi 5 a 3, adesso 8 a 7: continua il “conto alla rovescia” delle Flash che partita dopo partita cercano di sorpassare la terza squadra regionale, dopo aver messo in difficoltà la seconda (Caronno).

Con Legnano tentiamo il colpaccio fra quindici giorni, stavolta giocando “in casa” [anche se saremo sul campo di Legnano…] e quindi con il vantaggio dell’attacco finale, che martedì sarebbe stato importante.

POSITIVO: 9 battitori su nove giocatori schierati nel lineup.

TUTTI i 9 giocatori toccano la palla, e la toccano in modo efficace. Il messaggio degli ultimi allenamenti è stato capito bene.

Anche nei dettagli: abbiamo lavorato sull'”allargare la zona”, “farci piacere anche i lanci che non sono proprio splendidi”: be’… qualcuno prova a lanciare a Rachele un ball basso interno (palla teoricamente impossibile da battere) e lei batte un “doppio in piedi” fra i piedi del terzabase. Esatto! Questo è il gioco!

DA MIGLIORARE: stesso argomento: questa prontezza e generosità escono al secondo inning. La grinta vera, la cattiveria, arrivano al terzo.
Invece il primo inning in queste partite è decisivo.

Il nostro avversario (fino al Presidente) si è subito smarrito quando abbiamo colpito ripetutamente. Ma aveva già messo in tasca quei tre punti di vantaggio del primo inning, che gli abbiamo poi ridotto a uno, altrimenti avrebbe perso.

Quindi: cercare il punto subito. NON cercare la bella figura o la perfezione, ma cercare di sfondare, subito.

Un pochino più di aggressività ci sta anche nella difesa delle battute al volo molli in diamante o appena fuori o in foul: scattiamo, andiamo a provarci, sono tutti out preziosi.

Infine: sempre più utilizzate le ginocchiere. Belle scivolate in seconda e in terza. Bene, ottimo.

Anche in quetso caso: Betta, la prima volta che hai rischiato è andata storta, ma già la seconda volta hai preso una base in più, salva!

Proviamo cose nuove, rischiamo! La prima volta non funziona? Non importa, funzionerà dalla seconda volta in poi.

Tuffiamoci sulla palla al volo, mettiamo la mano destra su quel lancio esterno, spingiamo un po’ di più in corsa.

Le soddisfazioni arrivano.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: