Diario di squadra – 8

logo_flash

FLAMES FLASH a PORTA MORTARA, 28 aprile

Due parole, del tutto personali. Il commento tecnico lo faremo a parte.

Noi facciamo sport per noi stessi, per crescere, per imparare, per metterci alla prova, per diventare adulti o per restare bambini, a seconda delle età e dei ruoi.

NON giochiamo per gli altri, per il pubblico, per la federazione, il presidente, i genitori, la stampa, tantomeno i soldi… – che in questo sport tanto non ci sono e non ci saranno mai.

Non ce ne importa niente di quello che dicono di noi e di quello che fanno gli altri da qualche parte.

Importiamo noi, i compagni, l’avversario (che rappresenta noi stessi, “visti da fuori”), la palla, il sole e la pioggia.

Giochiamo per avere emozioni da portare a casa e tenere nel cuore per sempre.

Però.

Però…

Quando l’allenatore avversario viene a ringraziarti perché si è divertito

[ricambio di cuore, abbiamo giocato contro una bella squadra, con una lanciatrice degna di una categoria superiore – e l’ospitalità è stata eccellente],

e quando il pubblico di una partita Ragazze arriva a numeri da Serie A (50/60 presenze sugli spalti) e si emoziona,

be’…

… è una soddisfazione.

Aver vinto è bello,

ma dopo la prima partita vinta 14 a 8 le Flash erano un po’ stanche.

Quando gli ho chiesto se erano contente hanno risposto un “be’, sì…” così così… [che snob!!! 😉 ]

Invece dopo la seconda partita, vinta 10 a 9 dopo essere stati SOTTO per 9 a 8 fino a UN TIRO dalla conclusione,

dopo aver chiuso gli inning regolamentari 6 a 6,

aver finito il primo extrainning 8 a 8,

dopo essere andate sotto 9 a 8 all’ultima difesa, cosa che avrebbe sgonfiato giocatrici con dieci anni di più sul groppone,

e dopo aver affrontato l’ultimo attacco con il “turno basso” [mah… come sapete noi NON ABBIAMO “turno basso”, attacchiamo in continuazione],

mi sembravano invece decisamente felici.

Quindi, vincere BENE è ancora più bello.

Dare spettacolo è ancora più bello.

Che cosa concretamente avete combinato ieri, lo vedremo appunto in seguito e con calma:

bunt eseguiti perfettamente con due strike a carico, uno squeeze a basi piene,

una prestazione sempre più sicura, partita dopo partita, del lanciatore partente,

e lanciatori “di rilievo” debuttanti assoluti, che alla prima partita in cui lanciano riescono a infilare uno o due K ogni volta.

Lo staff ha imparato a usare il DP/flex per permettere a un nuovo lanciatore di dedicarsi completamente al suo debutto in pedana,

abbiamo per la prima volta giocato un extrainning senza nemmeno aver mai provato le strategia da usare in questi casi.

Se andiamo avanti a imparre un paio di cose nuove ogni settimana, andremo lontano.

Ci sono cento cose da migliorare e perfezionare, cento ingenuità e esitazioni, qualche emozione che inceppa i gesti, qualche momento di stizza e delusione perché si poteva fare meglio…

… ma è per questo che ci vediamo a giocare la prossima volta.

Il softball è lo sport dove vinci sbagliando due volte su tre,

e quindi sentendoti sempre “migliorabile”,

e facendo [vero Mariana?] cose “che io non sono capace di fare. facile dirlo a parole!” [e poi riesce a farlo 🙂 ]

Io devo solo garantirvi che a ogni partita e allenamento vediate e facciate qualcosa di nuovo,

impariate qualcosa,

rischiate qualcosina in più.

Il resto, come ieri, lo fate voi.

Che quel “di più” ce l’avete.

Brave.

Mercoledì giochiamo contro la prima squadra del Bollate. Una squadra fortissima, candidata allo scudetto nazionale.

E’ una partita tecnicamente difficile…

… ma è lo stesso gioco che abbiamo giocato ieri.

Non andiamo sulla Luna. Andiamo a una partita di softball. Il nostro gioco.

Faremo le cose che sappiamo fare,

più qualcosa di nuovo che impareremo approfittando proprio di questo avversario.

Tranquille, audaci, allegre, inventive,

e divertenti.

“Vincenti” poi è una conseguenza.

A domani, all’allenamento.

Dobbiamo parlare di “lanciatori veloci e battitori svegli”.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: