Forza e immagine del corpo

Allenamento: bunt in corsa e tiro a distanze rapidamente variabili.

Post-allenamernto: predicozzo sulla forza e sui “muscoli”.

Io sono magra, io sono grassa, io ho pochi muscoli…

Il coach ha spiegato che posso triplicare la mia forza in pochi mesi semplicemente insegnando al mio corpo come usare al meglio i tessuti che ha.

Non devo “diventare grossa” (o “diventare sottile”) per essere forte.

Non devo preoccuparmi di cambiare un corpo che ha gia’ tanti cambiamenti da fare in questi anni.

L”allenamento modifica cio’ che FACCIO, non cio’ che SONO, o CHI sono.

Per converso, non ci sono alibi: nessuna di noi “manca” di risorse fisiche per giocare.

Non prendo le palle a terra, o non arrivo salva in prima, perche’ sono troppo magra, troppo bassa, troppo alta, troppo bionda, troppo Giovanna o troppo Cinese? Tutte balle!

Conta cio’ che FAI con il corpo che la natura (e l’eta’) ti hanno dato.

L’allenatore ha voluto parlarne perche’:

1) A dosare i carichi di lavoro ci pensa lui. Se mi fa fare 20 minuti di corsa o 30 squat, e’ perche’ sa che li posso fare.

Posso essere stanca, indolenzita, posso maledire il coach… Ma non faccio un favore a me stessa se mi racconto che ho battuto male o ho il fiatone perche’ “non ho il fisico”.

2) Sono argomenti delicati e importanti alla nostra eta’.

Chi non ha nella sua scuola una compagna ossessionata da peso, altezza, condizione fisica? E chi non si accorge (tranne lei) che le sue ossa i suoi muscoli e il suo culone sono … quelli che devono essere?

Lo sport fatto con razionalita’ e buonsenso, con una squadra e allenatori che vogliono farmi crescere – e NON diventare famosi sulla mia pelle – e’ ANCHE il modo più’ efficace per conoscersi e misurarsi in modo sereno, equilibrato.

Divagazioni? Tempo che sarebbe stato meglio impiegato facendo palle al volo o addominali?

Mah…

Abbiamo imparato PERCHE’ imparare a fare BENE un movimento equivale a farlo FORTE, VELOCE.

Se metto bene i piedi corro più’ forte, se tiro bene tirero’ come se avessi le braccia ome due tronchi d’albero, se metto le mani nel modo giusto picchiero’ duro come un marinaio ubriaco… Restando una ragazzina graziosa.

Eh…

Forse non abbiamo perso tempo…

 

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: