Né lupi né pecoroni

Allenamento “pensoso” quello di ieri.

Non ve ne siete accorte?

Oh, solo perché avete corso come matte per un’ora? Sui piedi, sulle mani, dritte, per traverso, con e senza la palla?

No, dài… la seconda ora, oltre a battere e prendere palle a terra, l’abbiamo dedicata a:

1) “visualizzazione” [un primo esperimento, tre minuti, per tastare il terreno, ma la useremo ancora]

Abbiamo visto che tutte abbiamo gli occhi, ma non tutte vediamo le cose allo stesso modo, nemmeno con gli occhiali.

Dice: “per forza, avevamo gli occhi chiusi, cosa c’entrano gli occhiali?”

C’entrano, c’entrano.

2) due parole in disparte con qualche ragazza (una alla volta sto parlando con tutte, e con le famiglie, il giro è quasi completo) per chiarire e mettere a punto il ruolo nella squadra e nel gruppo, le aspettative, le dinamiche e le rivalità, le amicizie e le gelosie…

Ripeto quel che ho detto ieri:

gli studi più recenti e autorevoli dicono che un gruppo vincente e divertente

NON, ripeto NON è sempre in armonia come un branco di pecore.

[Sì, ho detto “branco”, non “gregge”. I pecoroni hanno una loro strana ferocia, come i lupi. Noi siamo umani, né lupi né pecore].

Non è vero che “una squadra che funziona bene” è “una squadra che va sempre d’accordo su tutto”.

Anzi.

I gruppi di gente sveglia, brillante, divertente, vitale, hanno sempre al loro interno sottogruppi, cricche, rivalità.

Ci sono leader, ci sono le loro amiche che le seguono e quelle che no,

poi tre mesi dopo quella che era amica matura anche lei e cerca di diventare leader a sua volta e sembra che l’amicizia non sia più quella di prima.

E invece, la VERA amicizia c’è. Non è tutta zuccherosa, ma c’è.

Ragazze: si chiama “crescere”. Una alla volta diventerete TUTTE dei leader, delle star, protagoniste.

E quando succederà, ci sarà un momento in cui non sarete sempre “popolari”.

Fa parte delle difficoltà della vita, e delle cose da imparare.

Essere “popolari” non è la cosa più importante della vita. Anche se qualche volta sembra di essere soli.

MERITARSI l’ammirazione e la stima degli altri, con fatti concreti, con buon carattere (che può anche essere “un buon cattivo carattere”), con onestà, con intelligenza… questo sì che conta, e che dura.

Poi sapete cosa succede? Tutto il gruppo supera quella fase di rivalità… tutte sono cresciute… e si ridiventa amiche a un livello più alto, non più “amiche come le bambine” ma “amiche come le ragazzine”, poi “non più come ragazzine ma come ragazze”, poi “non più come ragazze ma come donne”…

E ci sarà sempre movimento, cambiamento, tutta la vita.

E poi è stato così anche quando avevate tre anni, sei, otto…

Nell’adolescenza, è semplicemente la prima volta che VI ACCORGETE che questi cambiamenti accadono. Ne parlate, ci pensate, ci ragionate. QUESTA è la vera novità.

Basta saperlo, e vivere tutto questo come parte di un GIOCO, in cui nessuno si fa male, in cui tutto si può “risolvere” in un tiro o in una battuta.

Lo sport di squadra serve anche a questo.

A imparare queste dinamiche e a viverle in un contesto sicuro e sereno.

Tanto per tornare sulla chiacchierata dell’altro giorno e su “Giovi la Bulla” [che fra l’altro, poverina… le botte che ha preso… non vanno bene per niente  ]:

è MEGLIO, MOLTO MEGLIO, che tutto questo avvenga in una palestra, in un ambiente “sacro”, “protetto”, in cui le regole garantiscono che la forza, la rivalità, anche l’antipatia, siano solo…

… momenti di un gioco.

Pensate a chi vive queste tensioni mugugnando da sola su un divano davanti alla televisione… e poi va in cortile e spacca la faccia alla compagna.

Il semplice fatto che in questi mesi mi stiate PARLANDO di questi argomenti, mi dice che il tempo passa, state crescendo,

e crescendo bene.

 

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: