Canoe

[Autore sconosciuto, probabile tradizione popolare]

Marina e Aeronautica fanno la loro annuale gara di canoa.

La canoa della Marina vince, con un vantaggio di un chilometro.

La squadra dell’Aeronautica è avvilita.

Gli ufficiali decidono di tenere una riunione per analizzare la sconfitta e rimediare.

Viene formata una “Commissione Misurazioni”, composta di ufficiali superiori, per indagare e raccomandare una linea di azione.

La Commissione scopre che: la canoa della Marina aveva 8 marinai ai remi e 1 ufficiale al timone, mentre quella dell’Aeronautica aveva 1 aviere a remare e 8 ufficiali e sottufficiali addetti al timone.

Il problema sembra ovvio, ma per essere sicuri gli ufficiali superiori ingaggiano una società di consulenza strategica esterna [  ], cui pagano una parcella sostanziosa, e questa dice all’Aeronautica che “c’era troppo poca gente a remare e troppa a reggere il timone”.

Per evitare di perdere la gara anche l’anno successivo, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica allora introduce cambiamenti ampi e sostanziali: la struttura organizzativa della squadra di rematori viene completamente riformulata e comprenderà 4 ufficiali al timone, 3 sovrintendenti al timone e 1 sottufficiale assistente ai sovrintendenti.

Non solo, ma viene anche implementato un nuovo sistema di valutazione della performance che dia maggiori incentivi al restante rematore. Si chiama “Programma di Incentivazione della Qualità Totale dei team di Rematori dell’Aeronautica”, e include riunioni, stage, cene, e un permesso premio di 3 giorni per il rematore. Lo Stato Maggiore annuncia: “non è possibile rinviare oltre un cambiamento: dobbiamo dare più autonomia decisionale al rematore e formarlo meglio”.

L’anno dopo la Marina vince con DUE chilometri di vantaggio.

Umiliati, i vertici dell’Aeronautica mandano al rematore una lettera di richiamo per la sua cattiva performance, avviano un programma che prevede investimenti per 4 miliardi di dollari per la costruzione di una nuova canoa multi-uso, imputano la sconfitta a un difetto nella progettazione della pagaia,

e inviano a tutti gli ufficiali addetti al timone giubbotti di salvataggio di pelle con collo in agnello, per motivarli, nella speranza che accettino di svolgere l’incarico anche nella gara dell’anno prossimo.

 

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: