Onestà e lealtà: non sono la stessa cosa

“Quando un comandante pretende la tua lealtà, dagli la tua onestà. Quando chiede la tua onestà, dagli tutta la tua lealtà”.

La frase è comunemente attribuita a John Boyd. Non so se fosse a sua volta una citazione, ma è certo che l’ha messa in pratica per tutta la sua carriera.

E ribadisco: è tutto qui.

E’. Tutto. Qui.

I tuoi superiori vogliono sentire solo buone notizie, complimenti e signorsì? Cantagliele chiare. Digli quel che devono sentire, non quel che vogliono sentire.

Invece: vogliono sentire fatti, anche se sgradevoli, rispondono con commenti chiari e ordini responsabili, non badano solo a pararsi il sedere?

Fidati di loro e dagli il massimo, anche quella volta in cui non capisci cos’hanno in mente, o non lo condividi pienamente.

Che significa, visto dall’altra parte:

se sei al comando, ascolta quel che ti dicono anche se non ti piace, e reagisci con realismo e fiducia nelle capacità dei sottoposti. Rispondi con chiarezza e con parole inequivocabili.

Solo così potrai poi chiedere fiducia.

Se invece vuoi sentire solo lusinghe e dichiarazioni di fedeltà, e condivisioni aprioristiche dei tuoi appelli…

… spera che le parole brusche di qualche sergente onesto ti raggiungano prima del nemico.

Fidati: fanno meno danni.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: